mercoledì 3 marzo 2010

Iran: arrestato il regista Jafar Panahi




Arrestate diciassette persone in quel di Teheran dalle autorità iraniane. Tra queste persone vi era nientemeno che Jafar Panahi, vincitore nel 2000 del Leone d’Oro di Venezia, prelevato insieme alla figlia direttamente dalla sua abitazione.
Tra i film di Panahi, convinto detrattore di Ahmadinejad, ricordiamo “Il Cerchio” e “Oro rosso”, due film di denuncia sulla situazione iraniana. Panahi sarebbe stato arrestato dopo aver fatto richiesta alle autorità di un visto per partecipare ad aprile a una conferenza sul cinema iraniano in Germania.
Dal conto loro le fonti governative sostengono di avere arrestato il regista perché si sarebbe impegnato nella realizzazione di un documentario sulle recenti manifestazioni di piazza dopo le elezioni di giugno senza aver ricevuto il permesso dalle autorità di Teheran.
Panahi è stato arrestato in casa sua insieme alla moglie alla figlia, e la polizia nell’effettuare l’arresto si è premurata anche di far sparire il computer del regista e alcuni affetti personali.
Tra i premi della lunga e brillante carriera di Panahi ricordiamo oltre al Leone d’Oro succitato anche l’Orso d’argento al Festival di Berlino per il film “Offside. Panahi sarebbe stato portato dalle autorità in una località sconosciuta e lo stesso arresto non è stato reso noto dalle autorità bensì’ dal figlio, il quale ha subito denunciato l’accaduto su un sito di opposizione.

Nessun commento:

Posta un commento