martedì 2 novembre 2010

E dopo Re Silvio?






Ok, ci siamo,l'ennesimo scandalo a luci rosse sta finalmente piegando l'impero berlusconiano, giunto secondo molti analisti, giornalisti e addetti ai lavori finalmente al degno epilogo. Ma attenzione, siamo giunti all'epilogo di QUESTO governo, non solo Berlusconi non ha nessuna intenzione di farsi da parte, ma alle prossime elezioni si deciderà, letteralmente il destino di questo sfortunato paese.
Berlusconi dal conto suo rilancia, non solo non ritratta ma afferma: "meglio apprezzare le belle ragazze che essere gay". Non mi soffermerò nel commentare la tristezza di questa frase, resa ancora più grave perchè espressa non da un privato cittadino, che andrebbe comunque accusato di rozzezza, ma nientedimeno che dal Presidente del Consiglio. Nella stessa conferenza stampa ha altresì affermato di voler governare per altri tre anni, scongiurando l'ipotesi di elezioni nell'immediato futuro. La deriva morale di questo paese è ormai giunta a un livello parossistico, con i giovani senza lavoro e una crisi economica e di valori che sta divorando le forze migliori del paese, Re Silvio si diverte con le sue feste a luci rosse ad Arcore, e non si perita nemmeno più di nasconderle, arrivando anzi a rivendicare la propria virilità e offendendo gli omosessuali, dimentico che anche loro sono cittadini italiani.
Che tutto questo però sia giunto qalla fine? permettetemi di essere dubbioso, ma se anche fosse vero, la situazione non sembra affatto essere delle migliori. Intanto Berlusconi ha recentemente chiuso un vertice con Bossi Senior e Junior, rilanciando la volontà di continuare a oltranza con l'azione di governo, a questo punto contro tutto e tutti.E se invece il governo dovesse saltare e si dovesse andare alle elezioni? Bhe a questo punto ci troveremmo di fronte alle elezioni più tese in Italia forse da quelle del 1948, quelle del Blocco Popolare delle sinistre contro la DC. E si perchè le prossime elezioni, se ci saranno, non serviranno solamente a dicedere chi ci governerà, ma sarà l'ultima chiamata per ricacciare indietro i valori più beceri che stanno mangiando come delle metastasi l'Italia. Secondo le rivelazioni del pentito Spatuzza le ultime bombe messe dalla mafia risalirebbero al 1994, data che guardacaso collima in modo quasi speculare alla nascita di Forza Italia. Eppure in molti continuano a scandalizzarsi per scandali sessuali, come se il Cavaliere, bontà sua, non ne avesse fatte di peggiori in passato. Tutto questo mette tristezza, descrivono Berlusconi come giunto all'apice del suo delirio, quando in realtà i danni che ha commesso all'interno di questo paese risalgono a molto prima, ma nessuno sembra più scandalizzarsi a riguardo. Una cosa è certa, Berlusconi sa perfettamente che se dovesse perdere le prossime elezioni la sua avventura politica sarà finita per sempre, per questo sarà pronto a qualsiasi colpo di coda.....

Nessun commento:

Posta un commento