martedì 4 maggio 2010

Arrestato un sospetto per l’attentato a New York




Dopo tanta paura è arrivato il momento della mobilitazione delle forze di polizia al fine di rintracciare l’attentatore reo di aver lasciato una Nissan pieno di gasolina e propano nella Grande Mela pronta ad esplodere. Se non fosse stato per il pronto intervento di un venditore abusivo di magliette, ex soldato in Vietnam, forse ora si starebbe parlando di una strage.
Dopo nemmeno 48 ore la polizia ha messo le mani su un 30enne pakistano chiamato Shahzad Faisal, il quale è stato arrestato dall’Fbi mentre stava cercando di lasciare gli Usa a bordo di un volo di linea diretto in Pakistan.
I federali sono arrivati a lui dopo aver indagato i passaggi di proprietà della Nissan Pathfinder trovata carica di esplosivo, e tutti gli elementi porterebbero a pensare che sarebbe proprio Faisal uno degli uomini implicati nel tentato attentato.
Intanto aumenta la paura per i proclami battaglieri che provengono dai talebani del Pakistan, i quali avevano proprio nel mese di aprile promesso fuoco e fiamme direttamente nelle città americane.

Nessun commento:

Posta un commento