venerdì 7 maggio 2010

Inghilterra: vittoria di “Pirro” per Cameron e i Conservatori





Sono arrivati i risultati ufficiali: David Cameron ha vinto le elezioni politiche in Gran Bretagna, tuttavia parlare di vera e propria vittoria è perlomeno fuori modo, dato che regna ancora l'incertezza su chi tra il Tory e il laburista Brown riuscirà a formare il nuovo governo.
I risultati ufficiali parlano chiaro: i Conservatori hanno conseguito 305 seggi, 21 in meno dei 326 necessari per una maggioranza autosufficiente. D'altra parte i Laburisti sono fermi a quota 255 seggi e quindi anche decidessero con un colpo a sorpresa di unirsi ai Liberaldemocratici di Nick Clegg (61 seggi) riuscirebbero a costruire un governo.
In questa situazione di incertezza spetterà a Gordon Brown rimanere in carica come premier uscente e provare a trovare una soluzione allo stallo per individuare una possibile maggioranza che faccia uscire la Gran Bretagna dalle "secche" elettorali. Qualora Brown dovesse arrendersi di fronte all'impossibilità di trovare un sostegno credibile al suo possibile governo, sarà la regina Elisabetta II a prendere in mano la situazione incaricando il leader del partito con più seggi, e quindi quello di Cameron, a formare il nuovo governo. A quel punto a Cameron si prospetterà la possibilità di formare una maggioranza con i Liberaldemocratici o con gli Unionisti dell'Irlanda del Nord.
Intanto la sterlina cala a picco portandosi ai valori peggiori da un anno a questa parte, risultato figlio sicuramente dell'incertezza che si sta creando in questi giorni sulla situazione di governo inglese.

Nessun commento:

Posta un commento